Jessica Baldi
(Quasi Usato)

Jessica Baldi ci racconta Quasi Usato, il suo negozio di abiti ed accessori vintage nato dalla sua grande passione per il second hand.

Quasi usato

“Ho aperto la mia attività nel novembre 2018, ma già dal 2017 lavoravo su quest’idea. Idea che ho potuto portare a termine solo dopo la mia seconda gravidanza”

“Il negozio nasce dalla mia passione per la moda e abbigliamento. Ho sempre avuto la passione per il second-hand. L’idea era quella di creare una piccola boutique che non fosse solo di nicchia o solo vintage, uno luogo alla portata di tutti e per ogni tasca”

“Nel second-hand la parola d’ordine è riciclo, anche per capi ancora nuovissimi che non sono mai stati utilizzati. E’ un modo per dare una seconda vita a cose ferme nell’armadio che probabilmente andrebbero buttate”

“Il mio negozio è tutto di riciclo. Ho anche prodotti nuovi, ma sono tutti artigianali con grande attenzione alla sostenibilità. Ad esempio vendo dei cappellini fatti a mano con dei materiali di riciclo, che se non fossero stati recuperati sarebbero andati al macero”

“A livello generale c’è sempre maggiore attenzione a non sprecare più i soldi con abbigliamento di bassa qualità. Ma il percorso verso la qualità è lungo ed è appena iniziato”

“Quando è arrivato il Covid la mia attività era partita da poco e stavo iniziando ad avere dei fatturati interessanti. Poi ci sono state le chiusure e non mi sono più ripresa allo stesso modo. Sono praticamente ripartita da zero”

“Il Natale per il mio negozio non è mai stato particolarmente significativo. Da me non vengono a cercare i regali, piuttosto vogliono vestiti per le feste. Le persone sono ancora un po’ restie a comprare articoli di seconda mano come regali di Natale. Quelli che lo fanno si concentrano più sull’oggettistica”

“Abbiamo ricreato in negozio un mercatino di Natale di articolini vintage e argento: ci piace respirare l’aria di festa anche all’interno del negozio!”

Quasi usato

Condividi