Cerca
Close this search box.

Rifugio di Rubano

Un centinaio di scondinzolii accoglie ogni giorno i numerosi volontari del Rifugio di Rubano, che da anni si battono nella difesa di cani e gatti abbandonati. Non è semplice prendersi cura di questi dolci animali, che a volte hanno bisogno di attenzioni specifiche e di famiglie addestrate per i loro bisogni, ma la soddisfazione che si prova nel trovare una famiglia perfetta per Luna, Briciola, Bianchina, Stella, Stefy, Nonno Paride e molti altri è ancora impagabile.

canile-1

“Io sono Eva e sono volontaria da ormai 10 anni. Ho scelto di venire qui per le stesse ragioni di tutti i volontari: dare voce a chi non ne ha, offrendo tutto quel che si può. Oltre al volontariato vero e proprio, mi occupo della comunicazione online e offline, dai social alla realizzazione degli eventi. Il benessere dei nostri ospiti è fondamentale per tutti noi”

“All’interno del Rifugio ospitiamo circa un centinaio di cani e molti gatti, tutti i nostri ospiti hanno a disposizione spazi di dimensioni adeguate con cucce coibentate da esterno, acqua sempre fresca, cibo di qualità, terapie e farmaci somministrati secondo le indicazioni del nostro Responsabile Sanitario, attrezzature e giochi specifici consigliati dagli Educatori ed Istruttori cinofili volontari. Ogni cane che trova adozione, lascia posto ad un nuovo abbandono. Purtroppo la maggior parte dei cani che vengono abbandonati nel nostro canile provengono da privati, famiglie che per varie questioni, indipendentemente dall’età dell’animale, chiedono aiuto a noi. Per alcuni non c’è scelta ed il Rifugio rappresenta l’unica e sola possibilità, ma per altri si tratta purtroppo di scelte prese con troppa superficialità per quanto riguarda l’adozione”

“Negli ultimi anni abbiamo iniziato a soccorrere anche i gatti, inizialmente non avevamo uno spazio adeguato alle loro esigenze ma grazie alla donazione del Centro Buddhista TaraCittamani di Padova, siamo riusciti a ristrutturare una vecchia zona interna dove abbiamo allestito quattro stanze. Ognuna di esse ha un nome ed colore dedicato poiché la pulizia e l’attenzione di noi volontari deve essere fondamentale, soprattutto riguardo i cuccioli. Il più delle volte i felini che vengono da noi salvati hanno virus o infezioni che potrebbero contagiare in maniera irreparabile anche i più piccoli. Guanti, calzari e spray disinfettanti sono diventati i nostri migliori alleati”

“Nel 2023 sono stati adottati 184 ospiti, tra cani e gatti, e abbandonati 228. Quando scegli di entrare in canile ti chiediamo di non guardare solamente l’estetica, ma di conoscere la nostra anima: questo è ciò che chiediamo a ciascun visitatore che sceglie di entrare dal nostro portone. Alcuni dei nostri ospiti sono “invisibili” ai loro occhi, nessuno sceglie di adottarli perché di età avanzata, di taglia grande o di carattere forte. Tutti meritano una seconda possibilità, tutti loro hanno bisogno di una famiglia per sempre. Tutto dipende da quanta voglia si ha di mettersi in gioco, è necessario costruire un rapporto di fiducia con chi l’ha persa. La storia più bella che ha commosso tutti noi volontari è stata quella di Lucky fulvo, un cane abbandonato in rifugio da cucciolo ed adottato dopo tredici anni di canile. Lucky non è mai stato un cane semplice, ma come potevamo biasimarlo, aveva avuto un passato difficile per cui non si fidava più delle persone. Una splendida coppia di ragazzi ha scelto di mettersi in gioco, di rispettare i suoi spazi e la sua storia così dopo un lungo percorso durato quasi cinque mesi è stato ufficialmente adottato e noi non potremmo esserne più felici. Noi tutti volontari abbiamo il compito di proteggerli e di trovare adozione definitiva”

“Fanno parte del Rifugio circa centoquaranta persone, tra volontari e soci. Come una grande squadra, ognuno di noi svolge un ruolo fondamentale. Ogni giorno ci occupiamo delle loro cure, dei pasti, delle pulizie, delle uscite in area sgambo e delle uscite urbane, non esistono giorni di chiusura come festività o piogge autunnali. Ogni volontario che sceglie di far parte di questa grande squadra, segue un percorso iniziale di formazione atto ad apprendere e conoscere al meglio le esigenze degli ospiti, dalla pulizia alla somministrazione dei pasti. Sette dei nostri volontari sono educatori cinofili che prestano la loro professione per aiutare gli ospiti più diffidenti, dal passato più doloroso. Tutti i nostri cani e gatti sono seguiti, visitati e controllati settimanalmente dal responsabile sanitario”

” Cosa bisogna fare se si trova un cane vagante per la strada? Tre cose:

  • Mettere il cane in sicurezza, come all’interno della macchina o di un giardino
  • Chiamare la Polizia Locale o i Carabinieri che provvederanno ad allertare il servizio di recupero
  • Aspettare l’arrivo dell’operatore che verificherà la presenza del microchip. Se il cane è provvisto del chip verrà riconsegnato al proprietario, in caso contrario verrà portato al canile sanitario di competenza.

Il Rifugio di Rubano è un canile privato, pertanto i cani recuperati vaganti per la strada vengono portati al canile sanitario di Selvazzano”

Come poter adottare?

L’iter di adozione viene avviato attraverso la compilazione di un questionario che si può richiedere direttamente in Rifugio, oppure  online, scrivendo all’indirizzo email di riferimento. Il questionario è teso ad individuare le caratteristiche dell’ambiente in cui verrebbe inserito il cane/gatto. Entro cinque giorni lavorativi si verrà contattati per fissare un appuntamento in canile con tutta la famiglia durante il quale verranno presentati, oltre alla preferenza scelta dalla famiglia, anche altri ospiti ritenuti idonei sulla base del questionario. Successivamente è prevista una visita di preaffido al domicilio della famiglia per avvallare l’adozione definitiva del cane, o per individuare un cane più adatto. Successivamente all’adozione ogni adottante ha a disposizione il supporto di tutto il team del rifugio”

“I nostri obiettivi possono essere riassunti in:

  • Accogliere cani e gatti in difficoltà per i motivi più disparati (abbandoni, randagismo, cessioni da parte dei proprietari, maltrattamenti, sequestri)
  • Accudire i cani e i gatti accolti in modo consono, dando particolare importanza alla salute, all’alimentazione, all’educazione e al benessere psico-fisico di ognuno di loro
  • Favorire adozioni consapevoli finalizzate ad evitare i rientri in struttura
  • Partecipare a eventi sul territorio per sensibilizzare i cittadini sulle tematiche dell’abbandono”

“Le donazioni provenienti dal 5×1000 sono fondamentali per il nostro canile privato, vivo solo grazie alle donazioni. Ciò che possiamo fare quotidianamente è merito dei nostri sostenitori e donatori che credono nella nostra missione. La squadra del canile di Rubano è instancabile, ogni mese noi volontari siamo presenti nel territorio con eventi di ogni genere: dalle raccolte alimentari al giornate dedicate ai bambini dove insegnamo loro il significato della vita insieme ad un animale. Ogni sostenitore può aiutarci in molti modi, anche digitali come l’adozione a distanza, le cartoline d’auguri o altre campagne, riproposte ogni anno, che determinate ricorrenze. Ad esempio per San Valentino, attiviamo la campagna “Regala il tuo cuore”, a fronte di una donazione viene inviata via email una cartolina digitale personalizzata, con la foto dell’ospite a cui si è deciso di dedicare il proprio cuore e sul box del cane scelto viene applicato un cuore simbolico. Questa campagna è dedicata alla raccolta di fondi per le spese veterinarie di tutti i nostri ospiti. Sui nostri social si può rimanere sempre aggiornati sulla vita del rifugio, sulle iniziative prossime e sugli ospiti in attesa di adozione”

Condividi